La barella basket di cui parlerò è un prodotto dell’azienda Cascade Rescue che ho già presentato nell’articolo Attrezzatura soccorso alpino: ecco quali sono i prodotti di Cascade Rescue.
Nel 2019 l’azienda è stata acquisita da Harken Industrial e fa parte del Network di quest’ultima insieme ad Elevated Safety.
La barella basket di Cascade Rescue è un tipo di barella utilizzata per il soccorso in ambiente impervio come ad esempio, il soccorso alpino.

Le difficoltà del soccorso in ambiente impervio

Il soccorso in ambiente impervio è svolto prevalentemente dal CNSAS (Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico), dal Nucleo SAF (Speleo Alpino Fluviale) dei Vigili del Fuocoe dal S.A.G.F. (soccorso alpino Guardia di Finanza). In alcune regioni sono attivi anche i Nuclei SMTS (Soccorso con Mezzi e Tecniche Speciali) della Croce Rossa e l’Aiut Alpin Dolomites in alcune zone del Trentino.
A questo proposito potrebbe interessarti leggere il mio articolo Soccorso alpino: l’imbracatura Air Rescue Evo di C.A.M.P. per i soccorritori.
In queste zone non sempre si riesce ad arrivare con i mezzi a motore o con l’elicottero. Pertanto, la squadra deve raggiungere la vittima a piedi, con tutta l’attrezzatura, e poi ritornare ai mezzi con il paziente, se necessario, sulla barella.

Ci sono alcuni siti industriali complessi, dove esistono cunicoli a volte lunghi anche chilometri, nei quali i lavoratori entrano per attività ispettive o di manutenzione.

Succede, ad esempio, nelle gallerie di derivazione delle dighe. Sono corridoi che collegano le opere di presa (dighe, fiumi, laghi, ecc.) con le condotte forzate che portano l’acqua alle turbine.
Periodicamente queste gallerie vengono svuotate ed ispezionate da personale che le percorre a piedi per intero.
Sono tunnel che possono arrivare anche a parecchi chilometri di lunghezza, con accessi non sempre semplici e posizionati distanti l’uno dall’altro.
Di solito il fondo è molto scivoloso, magari con fango o limo, e possono essere anche leggermente inclinati.

Anche in questi ambienti, in caso di malore, bisogna pensare a traportare il ferito fino all’ingresso del cunicolo.

Le barelle che si utilizzano pertanto devono essere leggere, smontabili e semplici da assemblare. Soprattutto, devono permettere di trasportare il paziente in totale sicurezza e comodità per lui e per la squadra di soccorso.
Ad oggi in Italia si usano solitamente delle barelle pieghevoli o smontabili, che vengono assemblate una volta giunti sul posto e poi traportate a spalla. In gergo si definisce “barella portantina”.

La barella portantina pesa circa 15 kg e viene appoggiata sulle spalle di due soccorritori, uno davanti e uno dietro, dopo aver caricato il paziente.

In tratti con piani molto inclinati la barella e i soccorritori sono messi in sicurezza con un sistema di funi. Solitamente è dotata di una serie di sospendite per il sollevamento/calata in sia in posizione orizzontale che verticale.
Portare una barella sulle spalle necessita di molto personale che si deve alternare spesso. Infatti, nei passaggi difficili occorre comunque l’aiuto di più persone, per evitare di cadere e far cadere la barella, soprattutto se il fondo è molto irregolare o scivoloso.

Il D.Lgs 81/08, Testo unico sulla Sicurezza sul lavoro, a cui anche i soccorritori dovrebbero adeguarsi, prevede un carico massimo di 25 Kg per un uomo e 15 Kg per una donna.

Portare una persona sulla schiena, in aggiunta al peso della barella stessa, significa un carico di almeno 40-45 kg a persona. E’ facile immaginarsi le conseguenze sulla colonna vertebrale e le articolazioni di anche, ginocchia e caviglie.
Inoltre, gli spallacci di queste portantine sono dei semplici tubi metallici con una sezione di 2-3 cm. Anche se sono imbottiti, dopo un po’ di tempo il peso della barella sulle spalle si fa sentire, provocando dolori che possono rimanere per giorni.
Anche il paziente, già sofferente per i traumi, subisce delle sollecitazioni importanti, dovuti al procedere dei soccorritori.
Infine, uno dei due soccorritori potrebbe scivolare, con conseguenze tragiche sia per lui che per il paziente sulla barella.

In quasi tutto il resto del mondo si utilizza una “barella basket” dotata di apposite ruote adatte per i terreni accidentati.

La barella basket è molto leggera, si smonta in due pezzi ed è dotata di un sistema con ruote apposite, freno e maniglie. Si guida in due persone senza nessun peso sulle spalle e senza nessuno sforzo da parte dei soccorritori.
Si riesce a effettuare agevolmente un soccorso anche con personale ridotto. Infatti, con aa barella basket, in alcuni casi, un soccorso potrebbe essere svolto anche da due sole persone.
All’interno di una barella basket il paziente può essere messo anche con un presidio di immobilizzazione, come una tavola spinale, un estricatore o un materasso a decompressione.
Per questo tipo di dispositivi rimando alla lettura del mio articolo Immobilizzatore spinale: presentazione di 3 prodotti di Northwall Innovation.

La barella basket di Cascade Rescue

Negli Stati Uniti i prodotti più utilizzati, soprattutto per la barella basket, sono proprio quelli di Cascade Rescue. La gamma di barelle Cascade Rescue per ambienti impervi è composta da due serie: Advance e Professional.

I modelli di barella basket della Serie Advance

I modelli di barella basket della serie Advance sono composti da un telaio in metallo e una vasca in fibra di vetro o carbonio. Il telaio può essere in acciaio inossidabile o Titanio.
La serie Advance prevede dieci modelli diversi di barella basket: versione normale e versione bariatrica oppure in pezzo unico o divisibile in due pezzi.
Il modello più performante è con telaio in titanio e vasca in carbonio, e pesa solamente 7 kg.
Naturalmente per un soccorso in ambiente impervio, come il soccorso alpino, si utilizza il modello in due pezzi che è più facilmente trasportabile.
Come si può notare nel video Toolbox Talk: Professional Series Litters Assembly (Two-Piece) – YouTube l’assemblaggio è questione di secondi.

Fondo della barella basket di Cascade Rescue
barella basket di Cascade Rescue

I modelli di barella basket della Serie Professional

I modelli di barella basket della serie Professional sono composti da un telaio totalmente in metallo e con all’interno una rete in materiale plastico.
Sul fondo della barella, nella parte superiore, c’è una parte in plastica rigida, per dare supporto al paziente lungo tutta la schiena. Il materiale può essere acciaio, acciaio inox o titanio.
La forma può essere invece rettangolare oppure rastremata, ovvero che si assottiglia verso i piedi. Il vantaggio della forma rettangolare è che permette di accogliere bene tutte le tavole spinali in commercio.

Nella forma rastremata si può utilizzare come tavola spinale la Stila di Northwall oppure per l’eventuale l’immobilizzazione si utilizza un materasso a decompressione.

Anche in questo caso abbiamo modelli a pezzo unico o divisibili in due. Il modello più usato è quella completamente in titanio, divisibile in due, che pesa 8,6 kg

barella basket di Cascade Rescue divisa in due parti
barella basket di Cascade Rescue
barella basket di Cascade Rescue

Con la barella basket il trasporto è reso sicuro ed agevole da un sistema che si chiama Terra Tamer ed è composto da:

  • Una ruota di grandi dimensioni come quelle utilizzate su bici da montagna denominate Fat Bike. Con la sezione molto grande del penumatico e gonfiata a bassa pressione si adatta al terreno e ammortizza leggermente la progressione. In questo video si può vedere un esempio di utilizzo: Cascade Rescue: TERRA TAMER Rescue Wheel Product Introduction – YouTube;
ruota della barella basket di Cascade Rescue
ruota per barella basket di Cascade Rescue
esempio ruota
  • Un sistema di freno a disco con leva che si può collegare sia alla barella sia ad appositi manici.
maniglia freno per barella basket di Cascade Rescue
freno a disco per ruota bici

Oltre alla ruota si possono applicare alla barella basket anche le Equalizer Handles ovvero dei manici da applicare davanti e dietro alla barella. Le equalizer handles sono regolabili in varie posizioni per adattarsi alle altezze dei soccorritori o alle situazioni che devono affrontare. In questo video un esempio del loro funzionamento: Cascade Rescue: The Equalizer Adjustable Handle System Product Overview – YouTube.

maniglie per barella basket di Cascade Rescue

Sono corredate di diversi accessori, tra cui sospendite per il sollevamento/calata, anche con elicottero.

Gli accessori per la barella basket di Cascade Rescue

I modelli di barella basket di Cascade Rescue sono corredati anche di diversi accessori. Vediamoli nel dettaglio.

Sacca per trasporto

E’ una sacca spallabile dove riporre i due pezzi della barella basket divisibile.

sacca trasporto per barella basket di Cascade Rescue

Sacca per trasporto Terra Tamer ed Equalizer handles

E’ un bello e utile zaino dove alloggiare sia la ruota che il sistema di maniglie.

sacca trasporto ruota della barella basket di Cascade Rescue
sacca trasporto per ruota bici

Sospendite

Sulla barella basket di Cascade Rescue si possono applicare diverse sospendite, sia per la gestione in orizzontale che per la gestione in verticale. Sul sito Cascade Rescue sono presenti alcune sospendite delle PMI, che permettono regolazioni molto precise.
L’utilizzatore può comunque utilizzare i dispositivi che ritiene più idonei.
Per la gestione verticale della barella basket sarà però necessario utilizzare un sistema di imbragatura del paziente che spiego nel prossimo paragrafo.

esempio di sospendite
sospendite per barella basket di Cascade Rescue

Sistema di imbragatura del paziente per gestione verticale

Questo sistema permette di imbragare il paziente per poter sollevare la barella basket in posizione verticale. Infatti, oltre alle normali fasce che si incrociano sul petto e sulle gambe, ha un supporto per i piedi e una presa per l’imbraco.
Il supporto per i piedi è una fascia che si fa passare sotto i piedi del ferito. La presa per l’imbraco invece è una fettuccia, ancorata alla parte superiore della barella basket, che si fa passare nell’anello ventrale o sternale del ferito, sfruttando così l’imbraco per mantenere la posizione verticale.
Se il ferito non avesse l’imbraco, una valida alternativa è costruire un sistema inguinale di fettucce o far passare la fascia sotto le ascelle.
Naturalmente tutte queste manovre dipendono dalla condizione clinica del ferito e pertanto, rimangono sotto la totale valutazione e responsabilità del soccorritore.

ferito imbragato nella barella basket di Cascade Rescue
manichino imbragato

Flow

E’ sistema di galleggianti utilizzabile in diversi contesti (mare, lago, fiume) che permette di far galleggiare sia la barella basket che il paziente ed almeno un soccorritore.

galleggiante per barella basket di Cascade Rescue

Pro litter skin

E’ protezione esterna al fondo della barella basket per agevolare le operazioni di trascinamento su fondi particolarmente accidentati.

protezione fondo barella basket di Cascade Rescue

Guscio Guardian

E’ una sorta di cupola incredibilmente robusta da applicare sulla barella basket per la protezione del capo del paziente. In questo video possiamo vedere un tentativo inutile di distruggerla: Cascade Rescue: Guardian Litter Shield Field Testing – YouTube e Cascade Rescue: presentazione Guardian Litter.

Guscio Guardian per barella basket di Cascade Rescue

Gear Organizer bag

E’ una borsa per alloggiare sospendite ed altri accessori che si può collegare con fettucce a velcro al telaio della barella basket.

Organizer bag per barella basket di Cascade Rescue
Organizer bag

Video barella basket

In questo video, realizzato durante un’esercitazione con la Polizia Civile di San Marino, mostro alcuni utilizzi pratici della barella basket di Cascade Rescue.

Se sei interessato alla barella basket, richiedi un test gratuito nella tua sede compilando il Modulo Richieste.

Per qualsiasi altra informazione alla barella basket di Cascade Rescue Contattami.